Sociale e associazionismo

Sociale e associazionismo: aggregazione vuol dire crescita.

L’impegno assoluto del comune deve essere quello di promuovere e incentivare ogni forma di aggregazione sociale nonché di avere ben chiari i bisogni di cura ed assistenza delle fasce più vulnerabili della popolazione.

Albo e consiglio delle associazioni
Sostegno alle attività ed ai programmi delle associazioni presenti sul territorio. Istituzione dell’albo delle associazioni e dei comitati festa parrocchiali che in questo modo potranno accedere a sovvenzioni, stipulare convenzioni, ottenere vantaggi economici in funzione dell’attività svolta, nonché partecipare al “consiglio delle associazioni” da istituire presso il comune. In quest’ottica verranno riviste anche le modalità di gestione degli immobili e delle attrezzature comunali, regolamentandone l’uso in modo da conciliare l’esigenza di condivisione con quella di conservazione e manutenzione di tali beni, facendo leva in particolare sulla responsabilizzazione degli utenti.
Obiettivo: maggiore coordinamento delle attività delle associazioni e maggiore partecipazione delle stesse alla vita pubblica e politica del paese.

Bambini
Incentivi alla creazione di punti di aggregazione per i bambini. Risistemazione e messa in funzione del parco giochi e relativo bagno pubblico situato nell’area adiacente al campo sportivo, rimasto sino ad oggi chiuso. Istituzione del “consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi”.
Obiettivo: la crescita ed il sano sviluppo dei bambini, futuro della nostra comunità, è un obiettivo fondamentale da portare avanti con la parrocchia, la scuola ed altri soggetti interessati.

Giovani: centro aggregativo e culturale
L’idea è quella di realizzare, in collaborazione con soggetti privati e/o associazioni, un centro di aggregazione culturale per la lettura, la musica, l’accesso ad internet nonché di destinare appositi spazi da adibire a ludoteca. I locali interessati sono quelli della biblioteca comunale (da riqualificare), l’auditorium scolastico, il secondo piano della scuola media.
Obiettivo: creazione di un centro di aggregazione polifunzionale per coinvolgere in attività culturali e del tempo libero diverse fasce della popolazione.

Anziani
Sull’esperienza del Comune di Riccia, compatibilmente con gli strumenti di programmazione regionale, sviluppare un sistema di ricettività diffusa dedicato ad anziani e soggetti che hanno bisogno di cura con relativi servizi di assistenza socio-sanitaria e di animazione.
Promozione dei “circoli anziani” e di altre forme di aggregazione già presenti in paese per coinvolgerli nella vita attiva del paese con iniziative mirate al sociale e per favorire lo scambio intergenerazionale con i giovani.
Obiettivo: fare in modo che gli anziani diventino una risorsa per il paese e beneficino di una rete di sostegno in caso di necessità.

Servizi socio-sanitari
Miglioramento ed ampliamento dei servizi socio-sanitari anche mediante il coinvolgimento di cooperative sociali private ed il monitoraggio dei bisogni delle diverse fasce della popolazione. Attivazione di un punto prelievi per esami clinici in convenzione con l’ASL o con laboratori privati.
Obiettivo: colmare la distanza con i presidi ASL di Riccia e Campobasso potenziando e migliorando i servizi offerti in loco.

Protezione civile
Ripristino del gruppo di protezione civile precedentemente soppresso.
Obiettivo: il gruppo di protezione civile permette di avere sul posto delle persone qualificate in grado di gestire emergenze e/o situazioni straordinarie da fronteggiare.

Emigranti
Rafforzamento del legame con gli emigranti gambatesani in Italia ed all’estero, promuovendo e incentivando il loro ritorno per alcuni periodi durante l’arco dell’anno e coinvolgendoli nella vita attiva del paese alla stregua dei residenti.
Obiettivo: il ritorno dell’emigrante inteso come occasione di sviluppo culturale, sociale ed economico

Scuola
Ampia collaborazione con le istituzioni scolastiche per accrescere l’offerta formativa, sostenendone i progetti e le iniziative, tenendo conto delle peculiarità del territorio. Incentivi allo studio dello strumento musicale, anche mediante il coinvolgimento delle associazioni locali, in sintonia con le tradizioni musicali che contraddistinguono la nostra comunità. Promozione di corsi di lingua straniera. Miglioramento del servizio di trasporto alunni al fine di non penalizzare i bambini che abitano nelle contrade.
Obiettivo: l’importanza della scuola, come risorsa principale di ogni piccolo paese, impone che il Comune promuova e garantisca il diritto allo studio, preservando i punti di erogazione del servizio senza perdere di vista, però, la qualità dell’offerta formativa.